Gli articoli della settimana 15-21 ottobre

Gli articoli della settimana 15-21 ottobre con lo speciale su Supergirl ed Arrow, le recensioni della première della 4^ stagione di Supergirl e della 7^ di Arrow, del pilot di The Rookie e di The Good Doctor.

Supergirl e Arrow: dove eravamo rimasti con le ultime stagioni degli show

La terza stagione di Supergirl, probabilmente la più ambiziosa per lo show, al netto di una storyline potenzialmente interessante, non si è conclusa esattamente con un bilancio positivo e l’episodio finale è stato, in un certo senso, un perfetto specchio dell’andamento dell’intera stagione, con una chiusura piuttosto sbrigativa della trama che ha visto coinvolta Reign, l’uscita di scena di alcuni personaggi importanti per lo show e l’introduzione di un mistero che sarà affrontato a partire da ottobre, con il debutto della 4^ stagione. [CONTINUA]

The Good Doctor 2×04 “Tough Titmouse”: recap e commento

Tough Titmouse si qualifica come uno dei migliori episodi di The Good Doctor che, ancora una volta, dimostra quanto importante sia per una serie televisiva scommettere sui personaggi, piuttosto che sulle vicende che i protagonisti vivono. Pur essendo indiscutibilmente un dramma medico, questa show, che tratta anche casi scientificamente complessi o particolari, trova comunque la sua migliore espressione quando sono i sentimenti o l’evoluzione stessa dei personaggi a segnarne il ritmo e questa settimana le emozioni non sono sicuramente mancate, grazie ad una serie di casi che hanno trattato il tema del rapporto tra genitori e figli e, nello specifico, dei sacrifici che i primi sono disposti a fare per il benessere delle persone che più amano al mondo e che maggiormente possono ferirli. [CONTINUA]

The Rookie 1×01 “Pilot”: recap e commento

The Rookie, la nuova serie della ABC con protagonista Nathan Fillion nel ruolo dell’attempata recluta della Polizia di Los Angeles John Nolan è un procedurale che, per molti aspetti, ha molti punti in comune con Rookie Blue e ciò nonostante riesce a distinguersi dalla massa. Nata dalla penna di Alexi Hawley, showrunner dell’ultima stagione di Castle, la serie ha indubbiamente una premessa interessante o quanto meno copre un target a cui non molti show televisivi strizzano l’occhio, Nolan non è infatti una recluta come le altre, ma un uomo di 40 anni, con un matrimonio fallito alle spalle e un sogno nel cassetto che non ha mai avuto il coraggio di perseguire. Fino ad ora. [CONTINUA]

Supergirl: recensione dell’episodio 4×01 American Alien

Ogni volta che una delle serie della CW ha tentato un approccio politico troppo diretto, ha dovuto affrontare molte critiche. Al di là del fatto che i detrattori di questo genere di linea narrativa hanno forse dimenticato quanti argomenti politici e denunce sociali i fumetti abbiano affrontato nell’arco del tempo, bisogna anche ammettere che gli autori di Supergirl non sono stati sempre misurati nell’esprimere le proprie visioni politiche. [CONTINUA]

Arrow: recensione dell’episodio 7×01 Inmate 4587

Sette anni non sono pochi per uno show televisivo, soprattutto uno come Arrow che ha visto ogni genere di colpo di scena, ha ucciso e fatto risorgere la maggior parte dei suoi protagonisti e, tra salti temporali avanti ed indietro, ha giocato con la propria timeline come abbiamo visto fare – tra le serie dell’Arrowverse – solo a The Flash.  [CONTINUA]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.