Weekly Reviews Separatore

Weekly News 9_2020: lo speciale su Superman & Lois e le recensioni delle serie dell’Arrowverse e di Grey’s Anatomy

Superman & Lois: tutto quello che sappiamo sul pilot del nuovo show dell’Arrowverse

Il Superman di Tyler Hoechlin ha debuttato per la prima volta nell’Arrowverse nella seconda stagione di Supergirl, quando la serie passò dalla CBS a The CW, mentre la Lois di Elizabeth Tulloch fece la sua prima apparizione nel crossover Elseworlds (2018), a conclusione del quale la coppia annunciò di essere in attesa di un figlio e di aver deciso di ritirarsi per il lieto evento ad Argo City, la città che ospita ciò che è rimasto della civiltà kryptoniana dopo la distruzione del pianeta. [CONTINUA]

Supergirl 5×13 “It’s A Super Life”: la recensione [100° EPISODIO]

Considerati i centesimi episodi di Arrow e The Flash, ed alla luce di It’s A Super Life di Supergirl, possiamo statisticamente affermare che è diventata ormai una tradizione, per l’Arrowverse, rivisitare in qualche forma il passato in occasione di questo importante giro di boa per qualsiasi serie televisiva. La differenza principale, tuttavia, è che il 100° episodio della ragazza d’acciaio ha il coraggio di concentrarsi su quella che, a nostro avviso, è dallo scorso anno una delle migliori storyline che la serie abbia mai trattato: la crisi nell’amicizia tra Kara (Melissa Benoist) e Lena (Katie McGrath). [CONTINUA]

Batwoman 1×13 “Drink Me”: la recensione

Drink Me è probabilmente un episodio di Batwoman necessario dopo i drammatici eventi della scorsa settimana, anche se l’effetto di passare tanto bruscamente da un contesto emotivo tanto coinvolgente ad uno più ironico risulta quasi scioccante. Rispetto alle altre serie dell’Arrowverse, Batwoman è quella che ha fino ad ora seguito meno pedissequamente la formula del “cattivo della settimana” e, a nostro avviso, lo show ha avuto solo da guadagnare da questa scelta, ecco perché la parte della puntata dedicata alla comparsa ed alla cattura di Nocturna – nonostante l’ironica ed azzeccata scelta di far interpretare questo improbabile vampiro da Kayla Ewell (The Vampire Diaries) – risulta anche la meno interessante. [CONTINUA]

The Flash 6×13 “Grodd Friended Me”: la recensione

Sebbene in The Flash i cambiamenti apportati dalla Crisi sulle Terre Infinite siano stati al centro dell’attenzione sin dalla conclusione del crossover, in Grodd Friended Me – titolo che omaggia la serie della CBS God Friended Me, con protagonista Violett Beane, che ha interpretato il ruolo di Jesse Wells/Jesse Quick nello show – gli autori hanno cercato di affrontare questo aspetto da un nuovo punto di vista. [CONTINUA]

Legends of Tomorrow 5×05 “Mortal Khanbat”: la recensione

Seduta per la prima volta nella sua carriera sulla sedia della regia, Caity Lotz ha fatto un encomiabile lavoro con Mortal Khanbat, un episodio di Legends of Tomorrow diviso nettamente in due trame che affrontano al meglio ed in maniera profondamente diversa tutto ciò che di buono questa serie ha da dare. [CONTINUA]

Grey’s Anatomy 16×15 “Snowblind”: la recensione

L’elefante nella stanza” in Grey’s Anatomy, per usare un’espressione cara alla lingua inglese, che descrive perfettamente ciò che il pubblico sta vivendo in questa seconda parte di stagione, continua ad essere l’assenza di Alex Karev, il cui destino (a giudicare dal commovente promo per la prossima puntata) verrà finalmente rivelato in Leave A Light On. Rispetto alla settimana scorsa apprendiamo infatti che Meredith ha apparentemente cercato di contattare ripetutamente e senza fortuna il suo amico, che ormai tutti sanno non trovarsi in Iowa con la madre, la quale ha detto a Jo di non vedere il figlio da molto tempo. [CONTINUA]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.