Weekly Reviews: le recensioni della settimana 4-10 marzo 2019

Weekly Reviews: gli articoli della settimana 4-10 marzo con lo speciale su The Flash, il secondo appuntamento con l’approfondimento sul Dietro le quinte di una serie TV, dedicato alle regole per scrivere uno spec e le recensioni di Supergirl, Arrow, The Good Doctor, The Flash, Grey’s Anatomy e Doom Patrol.

The Flash: tutti i rumor su Godspeed, il nuovo antagonista del velocista

Nuovi interessanti rumor su uno dei prossimi episodi di The Flash sono emersi nel web grazie ad un post di Canadagraph, il quale ha “rubato” alcune immagini dal set grazie alle quali lo youtuber Pagey, in possesso di alcune notizie esclusive, ha elaborato una teoria sull’episodio diretto al momento a Vancouver da Danielle Panabaker, l’attrice interprete di Killer Frost. [CONTINUA]

Supergirl 4×13 “What’s So Funny About Truth, Justice, and the American Way”: la recensione

E’ scontro aperto tra i Super Amici e The Elite nel nuovo episodio di Supergirlintitolato What’s So Funny About Truth, Justice, and the American Way ed ispirato dall’omonimo fumetto di Joe Kelly e con tutto il parlare di politica che si è fatto in questa quarta stagione della serie, un po’ di azione è decisamente benvenuta. [CONTINUA]

Arrow 7×14 “Brothers & Sisters”: la recensione

Come l’uscita di scena di Echo Kellum (Curtis) ha dimostrato, la cui mancanza non si può dire sia stata sentita in questo episodio, il vero problema della serie resta il sovraffollamento del cast e la necessità di dover inserire così tante storyline e subplot per rendere rilevanti tutti i personaggi, da finire per dare poco spazio a tutti, anche quando nella vita di alcuni dei protagonisti subentrano novità che cambierà loro la vita per sempre, come la gravidanza di Felicity, che rivelerà ad Oliver solo alla fine dell’episodio. [CONTINUA]

The Good Doctor 2×17 “Breakdown”: la recensione

Breakdown è probabilmente uno dei migliori episodi di The Good Doctor dal suo debutto e non stupisce che coincida proprio con il crollo emotivo di Shaun ed il suo probabile licenziamento dopo essere stato costretto ad affrontare a causa del dottor Han la possibilità concreta di non diventare mai un chirurgo. [CONTINUA]

The Flash 5×15 “King Shark vs. Gorilla Grodd”: la recensione

Dal momento in cui è stato svelato il titolo di questo episodio di The Flash, si è compreso perché le ultime puntate della serie siano state tanto avare di effetti speciali: la serie si stava preparando allo scontro tra King Shark e Gorilla Grodd, una battaglia che non ha deluso in termini di CGI che, seppure con un look vagamente cartoonistico, ci ha regalato alcuni dei momenti più divertenti di questa stagione oltre ad una delle scene di computer grafica più lunghe della serie, accompagnati da una trama emotivamente coinvolgente. [CONTINUA]

Grey’s Anatomy 15×16 “Blood and Water”: la recensione

La genetica e la famiglia sono i fattori che contribuiscono a formare il carattere di una persona, questo è il tema di Blood and Water, 16^ episodio della 15^ stagione di Grey’s Anatomy, ma i rapporti che legano i membri di un nucleo familiare – come questa serie ha più volte dimostrato – sono qualcosa di molto più complesso della genetica, il che, a ben pensarci, è tutto dire! [CONTINUA]

Doom Patrol 1×04 “Cult Patrol”: la recensione

Il quarto episodio di Doom Patrol, come suggerisce il titolo stesso, introduce il mondo della magia e dell’occultismo nella serie con i nostri antieroi a vedersela con il culto dell’Unwritten Book (il libro non scritto) e la città perduta di Nurnheim, nella quale Jane e Robotman verranno trasportati nel tentativo di impedire l’apocalisse con l’arrivo del Decreatore. [CONTINUA]

Dietro le quinte di una serie TV: scrivere lo spec per una serie drammatica [2^ parte]

Nell’articolo di due settimane fa abbiamo parlato delle regole da conoscere prima di affrontare la stesura di uno spec che, come abbiamo spiegato, è il nome dato ai copioni dei futuri autori con l’ipotesi (e la speranza!) che un giorno vengano pubblicati, questa settimana parleremo invece di cosa la nostra immaginaria eroina che vuole entrare in una writers room deve fare per cominciare fattivamente a scrivere un copione, a partire dalla stesura del brogliaccio, cioè l’elenco degli eventi narrati in uno spec che racchiude i punti salienti del racconto e che in gergo sono definiti “momenti clou”. [CONTINUA]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.