The Flash: recensione dell’episodio 5×09 Elseworlds [CROSSOVER EP1]

La prima delle tre parti dell’ormai annuale crossover dell’Arrowverse intitolato Eleseworlds è andata in onda ieri sera negli Stati Uniti nell’episodio di The Flash che viene inaugurato proprio dal teaser rilasciato dopo le puntate di The Flash, Arrow e Supergirl della scorsa settimana: su Terra-90 il velocista scarlatto degli anni Novanta interpretato da John Wesley Shipp è in ginocchio, sconfitto, ai piedi di The Monitor assieme ad altri eroi dell’Universo DC e viene costretto a cedere al suo nemico un misterioso libro.

CORRELATI – Elseworlds: curiosità ed Easter egg del primo episodio del crossover

Tornati su Terra-1 non viene sprecato tempo prezioso nel rivelare il potere del manoscritto, che – consegnato dal Monitor di LaMonica Garrett nelle mani di un folle psichiatra di nome John Deegan (Jeremy Davies), deriso dalla comunità medica per le sue discutibili teorie – diventa un potente mezzo per riscrivere la realtà secondo la volontà del peculiare dottore. Nonostante Monitor suggerisca all’uomo di “pensare in grande“, gli unici cambiamenti immediatamente apprezzabili dagli spettatori concernono però uno scambio di identità, poteri ed abilità fisiche tra Oliver Queen e Barry Allen. Scambio che diventerà il motore che muoverà il nuovo crossover di The CW.

Come era stato promesso dagli autori, questo primo appuntamento con Elseworlds – che non vuole nemmeno provare a rivaleggiare con l’incredibile avventura dello scorso anno intitolata Crisis on Earth-X rappresenta una forma di narrazione meno coesa e corale in cui il solo personaggio interpretato da Stephen Amell, con l’eccezione di una breve apparizione da parte del Diggle di David Ramsey, diventa sostanzialmente una guest star in The Flash che, assieme al Barry Allen di Grant Gustin, al Team Flash, a Supergirl e Superman cerca di risolvere il mistero legato alla sua anomala situazione dovendo inizialmente combattere con l’incredulità dei loro stessi amici.

Barry ed Oliver sono infatti i soli ad essere coscienti dello scambio di corpi, il che ha permesso di gestire un espediente narrativo non originalissimo in maniera inaspettata. Invece di vedere Amell cercare di imitare Gustin e viceversa, i personaggi da loro interpretati uniscono da subito le forze per convincere gli occupanti degli STAR Lab della loro vera identità, dando vita ad una serie di gag davvero divertenti. Oltre infatti ad aver risolto uno dei grandi misteri della serie, l’esistenza o meno di servizi igenici all’interno delle celle in cui vengono rinchiusi i vari metaumani sconfitti dal Team Flash, l’occasione diventa ghiotta – soprattutto per Barry – per prendersi qualche esilarante rivincita sul suo ombroso alleato.
Ma per lo più questo primo appuntamento con Elseworlds ha lo scopo di sottolineare le profonde differenze tra due personaggi che si sono sempre rispettati, ma sono anche sempre stati mossi da incentivi profondamente diversi.
Dove Barry/Flash trova motivazione nella gioia che gli dà l’affetto per le persone per cui indossa il suo costume, nonché nella sua capacità di liberare completamente la mente da ciò che lo affligge e potrebbe impedirgli di usare al meglio i suoi poteri, Oliver/Arrow è spronato invece dalle sue difficili esperienze passate, dal dolore legato alle perdite subite e dalla sua capacità di trovare, nella lotta e nei brutali scontri corpo a corpo con i suoi nemici, uno sfogo per tutto ciò che ha sconvolto la sua vita. Per operare al meglio, i sue comprenderanno però di dover accettare le motivazioni l’uno dell’altro e provare a essere più come le loro controparti per usare efficacemente le rispettive abilità.

Rinchiusi in una cella dai loro stessi amici che faticano ancora a credere quanto gli viene raccontato, Barry ed Oliver – aiutati all’ultimo momento da Iris – decidono di andare a cercare Kara su Terra-38 nella speranza che, in un’altra realtà, la loro amica riesca a vederli per chi davvero sono e ad aiutarli a trovare una soluzione al loro problema.
Giunto nel nuovo Universo, il duo incontrerà per la prima volta Clark Kent, alias Superman (Tyler Hoechlin) e la sua fidanzata Lois Lane (Elizabeth Tulloch) in quello che fu il set di Smallville, la serie con protagonista Tom Welling che dal 2002 al 2011 raccontò le avventure del giovane Clark Kent, prima di essere raggiunto da Cisco che li solleciterà a tornare su Terra-1 per affrontare un nuovo nemico che sta minacciando Central City.

Accompagnati da Supergirl e da suo cugino, i nostri eroi si batteranno così con AMAZO, un potente robot – creato con una CGI piuttosto convincente – in grado assorbire e replicare i poteri dei metaumani che affronta. Al fronte di effetti speciali validi per il nuovo nemico, la scontro tra i supereroi ed AMAZO lascia invece molto a desiderare dal punto di vista visivo, con effetti piuttosto semplici e non sicuramente degni dei crossover a cui il network ci ha abituati ed in cui vediamo per la prima volta i nostri eroi combattere spalla a spalla con un Superman che fa una breve e per nulla memorabile apparizione.

Nonostante la prima parte di Elseworlds sia sicuramente divertente per gli amanti dei fumetti e nel complesso godibile, grazie soprattutto alle interpretazioni di Grant Gustin e Stephen Amell e ad una scrittura scoppiettante e divertente che non esclude dei momenti di maggiore profondità, il racconto in sé risulta – come accennavamo – meno organico di quello del crossover dello scorso anno e forse meno facile da seguire per coloro che non dovessero guardare The Flash e potrebbero non aver gradito l’esclusione dei protagonisti di Arrow dall’episodio.

La trama orizzontale, legata al tentativo dei nostri eroi di risolvere il loro scambio di identità, continuerà nel prossimo episodio in onda negli Stati Uniti questa sera, lunedì 10 dicembre, e li porterà a varcare i confini di Gotham City ed incontrare per la prima volta la Batwoman di Ruby Rose e, considerate le atmosfere viste nei promo rilasciati e le premesse di questo primo episodio, è un appuntamento che vi consigliamo di non perdere.

https://www.youtube.com/watch?v=GwXHL5ccOdI

La seconda metà della quinta stagione di The Flash tornerà in onda negli Stati Uniti martedì 15 gennaio 2019 con l’episodio Spin Out su The CW.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.