Legends of Tomorrow: recensione dell’episodio 4×01 The Virgin Gary

Dopo un finale di stagione assolutamente folle, ma in linea con quella che è diventata la serie più spassosa di The CW, la quarta stagione di Legends of Tomorrow debutta con un episodio meno scoppiettante del solito, ma che fa da perfetta introduzione alla stagione.

ARGOMENTI CORRELATI – Legends of Tomorrow: recensione dell’episodio 3×18 The Good, the Bad and the Cuddly [FINALE DI STAGIONE]

Ciò che sorprende di questa serie è proprio che, al di là dei toni folli ed esagerati, riesce incredibilmente a non perdere mai la propria consistenza narrativa, il che – per uno show i cui eroi viaggiano nel tempo – è un’impresa non da poco. In The Virgin Gary troviamo infatti le Leggende in una posizione in cui raramente le abbiamo viste: dopo aver risolto l’ultimo degli anacronismi, l’equipaggio della Waverider sembra essere parecchio annoiato ed alla ricerca di una nuova avventura, ma – soprattutto – è in pace con il Time Bureau comandato da Ava Sharpe (Jes Macallan) che li festeggia come dei veri eroi, dimenticando forse che erano stati proprio loro a creare la rottura del tempo, come cerca di far notare timidamente Mick Rory (Dominic Purcell) prima di dirigersi all’open bar messo generosamente a disposizione degli eroi vittoriosi.
Tra tutti Sara (Caity Lotz) sembra essere la più felice del fatto che la profezia di John Constantine (Matt Ryan) – il quale aveva predetto la fuga di diverse creature demoniache in seguito alla sconfitta di Mallus – non si sia avverata, fino a che un meraviglioso unicorno che secerne brillantina allucinogena ed uccide le sue vittime prima di mangiare loro il cuore, non si presenta a Woodstock mettendo in pericolo la storia e la “rivoluzione dell’amore“.

Inutile dire che, come nel caso di Beebo, il peluche gigante che uccide di coccole i propri nemici, scrivere nella stessa frase le parole “unicorno” e “brillantina allucinogena” ci suona considerevolmente assurdo, ma Legends of Tomorrow ci ha davvero abituati a rivisitare il concetto di paradossale e quello che sulla carta sembra qualcosa di impossibile, sullo schermo, e grazie all’interpretazione dei protagonisti della serie, si trasforma in qualcosa di credibile e soprattutto esilarante. Non solo infatti i nostri eroi riusciranno, grazie alla new entry Constantine, a salvare ancora una volta la storia, ma troveranno persino il tempo per dare un certo spessore umano alla storia, soprattutto per quanto concerne due momenti particolari vissuti da Mick e Nate (Nick Zano) e Ray (Brandon Routh) e Zari (Tala Ashe).

Approfittando della fine degli anacronismi e prima che scoppi il caso unicorno demoniaco, Nate va a trovare con Mick la propria famiglia e la visita rivelerà come il rapporto con il padre sia meno che idilliaco, un fatto che l’incurante Mick prenderà stranamente a cuore. Risalendo all’origine della storia del personaggio, ricordiamo infatti che Mick era stato abusato dal proprio padre in maniera tale da non provare nulla quando lo uccise bruciandolo vivo, una circostanza che lo porta ad avere la reazione alla quale assistiamo quando sente il suo amico lamentarsi di come suo padre se la sia sempre presa con lui.
Un altro momento particolarmente toccante riguarda invece Zari che porta Ray a vedere sua madre e gli rivela quanto difficile sia per lei non poterla salvare sapendo quello che le succederà in futuro a causa della sua religione e del suo aspetto, una circostanza che fa ripiombare persino un episodio così eccentrico nell’attualità, portando sotto i riflettori la politica americana nei confronti degli immigrati, ma con un’insolita delicatezza da parte di una delle serie dell’Arrowverse storicamente più sfacciata.

Tra viaggi allucinogeni involontari, orrendi omicidi e persino un considerevole spazio lasciato ai sentimenti, The Virgin Gary non sarà forse il migliore episodio di Legends of Tomorrow o il più folle, ma nel suo modo di introdurre il tema della nuova stagione e di chiudere gli ultimi strascichi di quella passata, fa della puntata un’ottima première e se il buongiorno si vede dal mattino, siamo certi che anche questa stagione dello show più folle dell’Arrowverse sarà un successo!

https://www.youtube.com/watch?v=WMW70LzF8aw

La quarta stagione di Legends of Tomorrow va in onda negli Stati Uniti ogni lunedì su The CW.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.